Enable Javascript, please!

Davide Tidoni | The New Shape of Public Architecture


Davide_Tidoni_The_New_Shape_of_Public_Architecture.mp3
   ASCOLTA INVIA


06 - 07 DICEMBRE 2012
>>Scroll down for English text <<

To listen to the audio file click on the ASCOLTA button above.

If you want to invite your friends to listen to it, click on the INVIA button, please fill the form with your friend's email and yours plus a short message and it's done!

...

Davide Tidoni è un artista e ricercatore italiano.


La musica di Beethoven risuona nel cantiere del Parco della Musica di Firenze ma non arriva dal Teatro; improvvisamente viene rotta da voci, martellate e rumori di smantellamento.
Quest’insieme di suoni, rumori e musica è una traccia della ricerca di Davide Tidoni nel cantiere nel Nuovo Teatro; traccia poetica di un confronto conflittuale con uno spazio in trasformazione e sospeso nel tempo.
The New Shape of Public Architecture raccoglie solo un frammento del periodo che Tidoni ha trascorso in cantiere, esplorandone i confini, i luoghi in trasformazione e cercando di comprenderne la natura in evoluzione.
Il titolo fa riferimento a un articolo in cui il cantiere fiorentino viene presentato guardando al futuro delle ‘nuove forme dell’architettura pubblica’. Tidoni si interroga su quali siano quelle forme ma gli interrogativi rimangono aperti e quello che resta è un ascolto in tre movimenti in attesa di un qualcosa che deve accadere, ma non accade.
Radio Papesse

Nell'introdurre il suo lavoro, Davide Tidoni scrive:

"Il progetto The New Shape of Public Architecture trasfigura il conflitto personale che ho vissuto confrontandomi con le forme del cantiere del Nuovo Teatro e Parco della Musica di Firenze.
Fin dalla mia prima visita al cantiere ho avuto grandi difficoltà a trovare una giusta distanza emotiva con cui rapportarmi al progetto del Nuovo Teatro. Non mi è stato facile riuscire ad accettare serenamente l'incuria contraddittoria che il sito esternava e ho impiegato parecchio tempo per ideare una strategia che mi permettesse di sublimare una tale aggressione. L'impotenza e la frustrazione che sentivo di fronte alle scelte politiche e culturali che il progetto materializzava mi hanno messo in crisi e mi hanno portato a dubitare il valore autentico della mia presenza sul campo. Per potermi ritrovare ho dato ascolto al quotidiano, ai fatti e alle persone che lavoravano nel cantiere. Sebbene questi incontri mi parlassero ancora una volta di una realtà indifferente e disaffezionata, non riuscivo a non provare empatia per il dato umano che l'ascolto chiamava in causa. Mi sono aggrappato a quel sentimento e mi sono aperto allo scambio con alcuni lavoratori. Questa scelta si è trasformata in un gioco di gruppo che ha incluso la diffusione sonora nel cantiere del programma musicale eseguito in occasione dell'apertura temporanea del Nuovo Teatro e la registrazione di una serie di interventi estemporanei in cui io e i lavoratori ci siamo scambiati ruoli e compiti.
Solo attraverso la qualità della relazione umana e l'appropriazione del luogo ho potuto reggere il confronto e affrontare la "nuova forma di architettura pubblica" proposta dal progetto. Queste le strategie utlizzate per non soccombere. La ricerca del sè, il rafforzamento di una resistenza localizzata, e il riconoscimento del potenziale appagante della condivisione di gruppo.".


The New Shape of Public Architecture è un lavoro di Davide Tidoni per Nuovi Paesaggi, un progetto di Radio Papesse e Villa Romana; è prodotto da Radio Papesse e curato da Lucia Farinati.

Grazie al Teatro del Maggio Fiorentino e a SAC S.p.a per aver agevolato l'ingresso di Davide Tidoni nel cantiere.
Grazie a tutti quelli che a diverso titolo hanno contribuito alla realizzazione del lavoro: Laura Arlotti, Chiara Banchini, Tiziano Bonini, Francesco Canavese, Francesco Casciaro, Irene Chellini, Enzo Cimino, Attila Faravelli, Francesco Giomi, Roberta Porciani, Letizia Renzini, Pietro Riparbelli, e Francesca Zardini.
Inoltre Davide ringrazia: Dragosc e Macje, Trattoria Sabatino e La Panetteria di Via Pisana, il Merlo, il Finanziere, la Sicurezza, Jonny, la coppia austriaca in vacanza, Tiro a Segno alle Cascine e "viola l'è èl culùr dèi mórc" (viola è il colore dei morti)

...

The music of Beethoven fills the air of the construction site of Florence’s Music Park, but it’s not coming from the Theatre; it is suddenly interrupted by voices and the sounds of hammering and objects being dismantled. This grouping of sounds, noises and music is a track from Davide Tidoni’s research on the construction site of the new Theatre; a poetic track within the conflicts of a space under transformation and suspended in time. The New Shape of Public Architecture only captures a fragment of the time that Tidoni spent on the site, exploring its borders and its changing places, attempting to comprehend its evolving nature.
The title refers to an article in which the Florentine construction site is presented as looking towards the future of the ‘new shape of public architecture’. Tidoni wonders what those shapes are, but the questions remain open, and we are left with a listening in three movements, waiting for something that is supposed to happen, but doesn’t.
Radio Papesse


Introducing his work, Davide Tidoni writes:


"The project The New Shape of Public Architecture transfigures the personal conflict I have experienced while confronting the shapes of the construction site of Florence’s New Theatre Music Park. Since my very first visit to the site of the new building, I have encountered many difficulties in finding an emotional distance in order to relate to the project of the New Theatre. It wasn’t easy to impartially accept the contradictory neglect shown by the site, and it took quite a long time to devise a strategy that would allow me to exalt such an aggression.
The powerlessness and frustration I felt in front of the political and cultural choices that the project brought forth put me in a difficult position, making me question the authentic value of my presence in there. In order to find myself, I listened to the daily life, events and people working on the construction site. Although these encounters still spoke to me of an indifferent and disaffected reality, I couldn’t but feel empathy for the human element the meeting called for. I held on to that feeling and opened myself to a reciprocal exchange with a group of workers.
This choice turned into a group game that included the on-site playback of the musical program performed for the opening of the New Theatre, and the creation of a series collective interventions, during which the workers and I exchanged roles and tasks.
It was only by establishing a quality relationship with a couple of workers from the site, and by taking possession of the space by means of collective interventions, that I was able to face the task and handle ‘the new shape of public architecture’ that the theatre’s project suggests. Those are the strategies I used in order not to succumb. The search for the self, the reinforcement of localized resistance, and the acknowledgement of the gratifying joy that comes from group sharing"


The New Shape of Public Architecture is a soundwork by Davide Tidoni for Nuovi Paesaggi | New Landscapes, a project by Radio Papesse and Villa Romana; it is produced by Radio Papesse and curated by Lucia Farinati.

Thanks to Teatro del Maggio Fiorentino and SAC S.p.a to for easing Davide Tidoni's admission into the construction site.
Thanks to all of those who contributed to the production of the piece: Laura Arlotti, Chiara Banchini, Tiziano Bonini, Francesco Canavese, Francesco Casciaro, Irene Chellini, Enzo Cimino, Attila Faravelli, Francesco Giomi, Roberta Porciani, Letizia Renzini, Pietro Riparbelli and Francesca Zardini.
Davide would also like to thank: Dragosc e Macje, Trattoria Sabatino e La Panetteria di Via Pisana, il Merlo, il Finanziere, la Sicurezza, Jonny, the Austrian couple in vacation, Tiro a Segno alle Cascine and "viola l'è èl culùr dèi mórc".





Chi siamo Links Podcast Shop Shop - Musica Shop - Gadget Aiuto - Ascolta Recensioni Paesaggi sonori Audioguide Lezioni d'arte Tra Art News Vernici Interviste Spot Speciali Suoni d'artista Documentari Reading Recensioni: dischi Recensioni: dischi Recensioni: eventi Recensioni: libri