Johannes Paul Raether - Dismembered city of augmented embodiments

Schwarmwesen per Unmapping the Renaissance

INTERVISTE

Johannes Paul Raether, Schwarmwesen, Firenze 2015 (foto: courtesy by Villa Romana)

 

Johannes Paul Raether è stato artista in residenza a Villa Romana, Firenze, nel 2015. Attraverso una pratica che chiama identitecture, dà vita a inediti personaggi che negli anni hanno acquisito una propria identità e storia: basti ricordare Transformella che ha visto la luce nel 2010, Protektorama, nata nel 2011 come una specie di strega guaritrice, Schwarmwesen, figura sviluppata propria a Firenze.

 

Ognuna di queste personae, coi propri colori, specificità, materiali, coinvolgono lo spettatore in un confronto muto che riguarda l'auto-determinazione, questioni di genere, il futuro. Le sue performance e installazioni sono state commissionate e preventate in istituzioni internazionali come l'NBZ di Berlino, la Kunsthaus Bregenz, Platform Garanti di Istanbul e il Kumu Art Museum di Tallinn. Scrive regolarmente per Texte zur Kunst  ed è uno degli animatori del project space berlinese Basso.

 

Johannes Paul Raether, Schwarmwesen, Firenze 2015 (foto: courtesy by Villa Romana)
 

In questa intervista, registrata in occasione di Unmapping the Renaissance - un simposio organizzato da Mariechen Danz (artista), Angelika Stepken (Villa Romana) and Eva-Maria Troelenberg (Max Planck Research Group al Kunsthistorisches Institut di Firenze) - racconta la nascita e lo sviluppo della sua ultima creatura, Schwarmwesen. 

Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito